Allontanamento volatili dannosi

L'istinto predatorio e le tecniche antiche e moderne di falconeria ci permettono di svolgere un compito molto importante di dissuasione: il bird control!

I rapaci che utiliziamo per l'allontanamento incruento dei volatili potenzialmente dannosi (colombi, gabbiani, storni, passeri ecc) sono principalmente i falchi di harris Parabuteo unicinctus e i falchi cosiddetti di alto volo (Falco pellegrino Falco peregrinus, falco sacro Falco cherrug, ibridi del genere Falco​). Le aree nelle quali operiamo maggiormente sono:

  • capannoni industriali bird control campania
  • mangimifici
  • allevamenti ittici
  • discariche
  • ospedali
  • centrali elettriche
  • aree coltivate (es. vitigni)
  • aeroporti
  • strutture alberghiere

Il nostro piano di intervento è così articolato:

  • sopralluogo
  • pulizia del sito (rimozione nidi, carcasse, chiusura eventuali accessi dall'esterno) 
  • intervento con falchi

Il numero di interventi varia molto a seconda della realtà che dovremo affrontare e della gravità della situazione.

Il colombo è la specie più problematica e di difficile "eradicazione" dal sito interessato; sono molte le patologie che questi uccelli possono trasmettere all'uomo e la loro capacità di adattamento alle più svariate condizioni ambientali li rendono la specie "target" per eccellenza.

Ricordiamo che il nostro scopo è l'allontanamento incruento delle varie specie, in quanto per questa attività non è consentita la predazione! In questo lavoro risulta basilare il fattore "Tempo" perchè solo con ripetuti interventi ad intervalli ben precisi, possiamo far comprendere alla specie infestante che il sito in cui operiamo non è idoneo nè per la riproduzione, nè per l'alimentazione, tantomeno per la sosta.

Falco di Harris Parabuteo unicinctus

Rapace alloctono, originario delle Americhe; il suo areale di distribuzione va dal sud degli U.S.A. fino al sud-America in tre sottospecie differenti. Ha una caratteristica importantissima sia per l'utilizzo nel bird control che nella didattica, ovvero la socialità! In natura vive in gruppi di 5-7 individui, collaborano per la caccia e si comportano come un vero branco, con soggetti più dominanti che accedono prima al cibo. Questo stratagemma ha garantito alla specie la sopravvivenza in territori deserticoli, dove le piante più ospitali per sostare o sulle quali nidificare sono i saguari (piante spinose). Le sue prede sono piccoli mammiferi (da piccoli roditori a grosse lepri), rettili, insetti e uccelli.

Falco pellegrino Falco peregrinus

E' l'animale più veloce del pianeta! Tutta la sua fisiologia è finalizzata al raggiungimento, ma soprattutto alla sopportazione delle alte velocità e della straordinaria forza di accelerazione che raggiunge in picchiata. Il suo piumaggio rigido gli permette di fendere l'aria, le sue narici sono strutturate per regolare il flusso d'aria in entrata nei polmoni, la terza palpebra funge da "visiera" alle alte velocità; in volo battuto raggiunge una velocità di 90-100 Km/h, ma in picchiata il record testato è di 389 Km/h!

Per farlo volare sono necessari ampi spazi e pochi ingombri, è molto efficace nell'allontamento dei volatili, proprio perchè si tratta di un ornitofago per eccellenza.